martedì 22 novembre 2011

29

Stralci da un processo per direttissima a un sadico stupratore


Attenzione, quanto riportato fedelmente dagli atti processuali ha contenuti consigliati ad un pubblico maggiorenne e non particolarmente sensibile.



minkia vostro onore, quando la vidi il sangue alla testa mi andò. lei capisce, omo latino sugno, quella accussì bedda, altissima. la taliai a rate, dal basso all'alto, co le cosce annure che quanno finivano subbito a pelliccia ce stava, e taliavi più su, quanno finì a pelliccia quel collo bianco, candido, quel sorriso...

SIGNOR BACCARO, PER CORTESIA, SI CONTENGA. CI RACCONTI I FATTI SENZA INDUGIARE TROPPO, TANTO NULLA POTRA' COSTITUIRE ATTENUANTE AL SUO EFFERATO DELITTO. PROSEGUA, E LASCI PERDERE I "MINKIA" SE NO MI TOCCA INCRIMINARLA ANCHE PER OLTRAGGIO ALLA CORTE.

bottana a miseria, pure oltraggio alla corte??? nun sia mai! ad ogni buon conto vostro onore, mi eccitai assai, fu una cosa ingovernabbile. ah dimenticavo, le scarpe di sta mammasantissima bonazza erano di pelle nera, tacco a spillo, e camminava come quelle zoccole, ha presente? però capii che non era una zoccola qualsiasi, non bastavano i soliti 30 euri, questa costava sicuramente molto de cchiù

SIGNOR BACCARO! NON SOLO HA FATTO QUEL CHE HA FATTO ALLA POVERA E RISPETTABILISSIMA SIGNORA, PURE DELLA ZOCCOLA GLI DA'? NON AGGRAVI LA SUA POSIZIONE, E GUARDI CHE ANCHE "BOTTANA" NON E' PAROLA GRADITA, CI SIAMO CAPITI?

sticchio di beata vergine! starò attento vostro onore, mi perdoni... dicevo che la signora rispettabilissima mi causò però pensieri cupi. la pelliccia, cussì mobbida me la immaginai che subitissimo pensai a quello che ce stava sotto, ne la capa mia era annura, biotta comme mamma a fece, vogghiosa. - signorina permette? - le dissi - aggradirei accompagnarla a ccasa se vuole, una fimmina accussì bedda e acchittata nunné cosa buona vada in giro assula assula, ce sta tanta ggente in giro co mali pensieri... - e quella mi rispose - se ne vada, cafone, bifolco! secondo lei una signora che va in giro con una pelliccia come questa, di animali selvatici rarissimi, che costa trecientomila euri, può essere sola?

BACCARO, PREGO, SAPPIAMO GIA' TUTTO QUESTO. CI DESCRIVA QUANTO AVVENNE, CI DIA LA SUA VERSIONE AFFINCHE' NOI CHE DOVREMO GIUDICARLA SI POSSA ADDIVENIRE A UN GIUDIZIO CORRETTO. INUTILE ORMAI DIRLE COSA PENSO A PROPOSITO DELLO "STICCHIO" DA LEI CITATO, MA PASSIAMO OLTRE. PROSEGUA...

adesso basta vostro onore, ho finito di scherzare, di far finta di essere un cretino... stia bene a sentire, e se farà mettere bene tutto agli atti ne sarò anche fiero. le televisioni ci sono? sì? e i giornalisti pure? bene, aprite le orecchie:
io odio le pellicce, odio chi le indossa, odio chi ammazza gli animali solo per la loro pelle. quando ho sentito "animali selvatici rarissimi" il sangue sì, davvero m'è andato al cervello, allora ho pensato - quasi quasi la maltratto un pochino questa grandissima troia figlia di troie da generazioni millenarie - . Sì, quello è l'aggettivo da usare. allora le ho detto che conoscevo suo marito, che mi aveva appunto chiesto di occuparmi di lei e che se girava l'isolato con me c'era un megasuv con cui l'avrei accompagnata a fare shopping prima di tornare a casa e che avevano aperto una pellicceria proprio a poca distanza con stupende novità, le dissi che addirittura avevano nel retro pellicce di tigre siberiana albina, una cosa esclusivissima. l'avessi mai detto! la tigre era da sempre un suo sogno e io che mi sarei limitato a darle due squillanti ceffoni conditi da insulti il più offensivi possibile persi completamente la ragione.
girato l'angolo c'era il mio box, dove conservo tutte le armi di tortura che rubo ai cacciatori di frodo quando faccio le mie spedizioni contro di loro. un box, normale che ci potesse essere la macchina dentro no? la troia è entrata in un attimo e subito ho chiuso la porta dietro di me. il tempo di tapparle la bocca con lo scotch americano, di legarla mani e braccia con altrettanti cavi, l'ho messa ad X su un muro che nemmeno toccava terra, e già soffriva, ma era solo l'inizio. lo scotch sulla bocca era troppo stretto, allora glielo rimetto ma meno aderente, voglio sentire le sue urla anche se sommesse, permetterle di parlare se vuole... via tutto di dosso! e effettivamente la bagascia sotto non aveva nulla, manco le mutande. pelliccia fatta a striscioline, pezzettini, che le ho infilato tutti su per i buchi. come? ma a mano, ha presente il fisting? 100 pezzettini precisi, 50 davanti e 50 dietro. e non mi va' ad avere un orgasmo? robe da matti, son proprio sfondate queste.
passo oltre, prendo le tagliole, una per ogni braccio e gamba, e gliele chiudo a scatto. orgasmi a lei spariti, dolore, solo dolore. comincio a godere io... - basta basta! - mi grida, e io le rispondo - fai come gli animali, sai che si tagliano la zampa coi denti da soli? - e lei subito - ma io non posso, mica ho i loro denti! - ... se vogliamo è una risposta intelligente, mi stupì - ti posso aiutare io se vuoi - e lei mi chiese, facendo persino la spiritosa, col sangue che le colava, le ossa che scricchiolavano sotto le morse - ahah! e cosa sei tu, un dentista che mi fai un trapianto? - incredibile eh, una così troia, stronza, bastarda infame che ha il fegato, il sangue freddo, di fare una battuta simile? ci voleva un'azione degna, e senza parole. mi ritrovo sottomano la mia roncola ben affilata, compagna fedele di tante escursioni in luoghi spesso impervi. zac Zac ZaC e ZAC! quattro tagli netti in colpo secco, strumento meraviglioso la roncola. 2 piedi e 2 mani appesi alle corde e un corpo piombato nel pavimento, occhi spiritati dall'orrore, dolore immagino non indifferente. lo sa vostro onore? non sono tanto le ossa, quelle non danno dolore, ma i tendini sono tremendi. se pensa agli animali, a morsi, un taglio lento ed estenuante ma necessario, per poi andare quasi sicuramente incontro alla morte. io in fondo sono stato più clemente, 4 colpi secchi e via... guardandola ho spontaneamente pensato - toh, mi sono portato avanti col lavoro senza pensarci! - e lei sa ormai di che lavoro s'è trattato. ho preso 2 tagliole, ficcate ben bene nelle tibie e l'ho appesa a testa in giù. i moncherini delle braccia m'infastidivano, questa s'agitava come una marionetta, e poi è una parte poco utile all'opera che m'interessava, così altri 2 colpi di roncola e le ho troncato via le braccia all'altezza delle spalle. fine del problema. e inizio del lavoro. ha presente martyrs? gran film vostro onore, glielo consiglio.

l'ho scuoiata. viva. è morta poco prima che finissi l'opera. nel frattempo le spiegavo che altro non era che quello che facevano i suoi fornitori del capo d'abbigliamento da lei preferito. vero, magari quelli lo fanno ad animali morti, ma se l'ammazzavo come facevo a spiegare cosa stavo facendo? qualche parola ogni tanto la diceva, ma le urla per il dolore erano tali che dovetti stringerle lo scotch sulla bocca molto più stretto. peccato non poterle riportare il suo parere, di questo me ne dispiaccio ora, col senno di poi, perché forse qualche cosa d'interessante potevano contenerlo.






29 commenti:

  1. Se proprio volete sparare agli uccelli, sparate al vostro, come diceva una storica vignetta anti-caccia di Vauro (disegno con cacciatore autocastratosi). Mitico.

    RispondiElimina
  2. Roby...inizi a farmi paura...

    RispondiElimina
  3. tranquilla Simo, io mica sono 'o picciotto Baccaro, ahah!

    RispondiElimina
  4. Cavoli quanto hai scritto.... E uno dei tuoi post più lunghi che hai fatto.. Cmq BBrrrrr paula...

    RispondiElimina
  5. uh no no Enly, ne ho scritti parecchi altri moooolto più lunghi ;-)

    RispondiElimina
  6. Era dai tempi di Corinne Clery che non godevo così...

    RispondiElimina
  7. mitico Lorenzo, ahahah! eh, la Corinne, e chi se la scorda...

    RispondiElimina
  8. Ciao Roberto sono contraria all'uccisione di poveri animali innocenti per fare una pelliccia e infatti non ho pellicce di nessun tipo, ma da qui a uccidere una donna mi sembra che siamo fuori dai binari del buon senso e rasenti la follia....perchè non hai/hanno descritto prima la morte di chi caccia e uccide i poveri animali, perché gettarsi subito a capofitto sulle donne...il solito maschilismo.....non ho capito se il dramma è inventato o è vero, in nessun caso è da approvare e ne da riderci su... i primi da punire sono chi li uccide e inseguito la legge deve proibire la vendita di pellicce...poi si devono educare donne e uomini a rispettare la natura e gli animali....

    ciao Cri

    RispondiElimina
  9. Un bel post molto chiaro e incisivo. ciao

    RispondiElimina
  10. mha... Cristina, il titolo del post descrive il personaggio, mi pare abbastanza chiaro, non certo quello che io personalmente farei, ma scherzi? allora tutti i registi e scrittori che si occupano di horror è gente che farebbe personalmente quello che filma o descrive? Edgar Allan Poe era un sadico schizoide? Stephen King?
    è un racconto di pura fantasia. non mi paragono agli scrittori eccellenti che ho nominato, sia chiaro, per me è solo un gioco, anzi come alcuni dicono, un "esercizio di scrittura".

    RispondiElimina
  11. eheh, non farmi dire cosa penso delle pellicce... :-))))

    RispondiElimina
  12. uhuhuhu quando fai di questi post sadici e malvagi mi viene quasi sempre fame. un po' di pane, qualche fetta di zia e siamo a posto!

    RispondiElimina
  13. bella dr.nick, ahah! anche a me l'horror mette fame. ricordi? una volta mettevo i menù per accompagnarne le visioni :D

    RispondiElimina
  14. ma infatti i menù dovrebbero essere un appuntamento fisso! carne succulenta dentro e fuori dallo schermo :D

    RispondiElimina
  15. hai ragione nick. prossimo slasher che mi capita ci metto consigli per l'accompagnamento! :P

    RispondiElimina
  16. il brano è forte ma rende bene l'idea della tortura a cui si sottopone le povere bestiole per la vanità di una donna (ma non solo). Bravo Roby, sei stato così bravo che mi hai fatto rabbrividire!!!

    RispondiElimina
  17. grazie Turista, ti faccio grandi complimenti, hai colto il senso pienamente. giusto, non solo le donne, certo, ma il pretesto dello stupro e del processo conseguente non poteva essere di una donna verso un uomo... nessun maschilismo da parte mia, ci mancherebbe, questo per rispondere ancora alla "turbata" Cristina di cui sopra ;-)

    RispondiElimina
  18. sticchio di beata vergine! grandeeeeeeeee !

    RispondiElimina
  19. Greg, ahah! sai che ti penso sempre quando metto qualche vetero-bestemmia? sei il mio blasfemo di riferimento :D

    RispondiElimina
  20. Ernest, non capisco... ti faccio schifo io, il racconto, le pellicce... cosa? ahah!

    RispondiElimina
  21. grandissimo post amico mio...l'argomento che sta dietro alle pellicce merita di non essere trascurato, e tu hai trovato un modo davvero geniale per trattarlo, con una rappresentazione stile cromatografico, che è poi quello che tu sai fare meglio. sei un grande :)

    RispondiElimina
  22. grazie nico, sei sempre molto gentile! ma... non ci saremmo dovuti incontrare? eri atteso da noi "nordici". dai, appena passi fatti sentire :)

    RispondiElimina
  23. uè uè...mi ero perso questa risposta :-( dici bene, "visto quanto stai entrando ultimamente nel blog nico" eheheh
    hai ragione, io e maria saremmo dovuti salire...ma ci sono stati un po' di problemi, fra cui anche fisici (febbre e influenza per tutti e due), che non ci hanno permesso di muoverci...
    io lunedì 19 debbo andare a parma...e mi stava venendo in mente di venire a milano già dalla domenica! nel caso ti faccio sapere che se puoi organizziamo qualcosa, magari a pranzo se riesco a arrivare la mattina.

    RispondiElimina
  24. scusa nico, hai ragione per l'assenza... è un periodo che a stento porto avanti i miei blog :(

    RispondiElimina
  25. Indubbiamente per eccesso lo farei anch'io.
    Magari l'ho già fatto...
    PS:
    Penso tu debba scriver un film. Meglio delle rece.
    A presto
    Paolo

    RispondiElimina
  26. grazie Paolo! grazie. eh, sarebbe bello, una piccola sceneggiatura... ci penserò ;-)

    RispondiElimina