martedì 22 febbraio 2005

0

Marocco: un viaggio nel tempo

(Foto e testo di Sergio Notari)

“Quando soltanto una vista mille volte più acuta di quella che può dare la natura sarebbe capace di scorgere nell’oriente del cielo la differenza che separa la notte dall’aurora, il muezzin si svegliò.”
Le parole di José Saramago, tratte dalla Storia dell'assedio di Lisbona, ci portano in cima a un minareto e ci fanno pensare a una città addormentata, che sta per essere richiamata alla preghiera del mattino.

sabato 12 febbraio 2005

0

Manifesto per l'Uomo Comune

Prima di dire Mio
impara a dire Nostro.
Sei un Uomo non un rapace;
hai le mani, non gli artigli.

Prima di dire Ascoltami
impara a dire Parlami.
Hai una bocca ma ben due orecchie:
deve esserci una ragione.

Prima di dire Guardami
impara a dire Mostrati.
Hai la mente per conoscerti;
gli occhi guardano fuori.

Prima di dire Morte
impara a dire Vita.
Tutto ha una fine, deve averla,
è facile da comprendere;
ma nella Nascita risiede
il mistero della Creazione.

Amo l'Uomo Comune,
fatto di cellule e tessuti,
fatto di occhi, mani, arti.
Lo amo soprattutto quando,
prima di dire Io,
impara a dire Altri.

giovedì 10 febbraio 2005

0

Prova a indovinare...chi sono io?

Guarda come sorridi: ho capito, sei Allegra!
Ma sei proprio sicuro?
E' vero, ora sei seria, Accigliata.
Ma guarda bene...
Ehi, ora t'arrabbi...sei Nervosa!
Ma se sto ridendo ancora...
Porca paletta, ma come faccio a descriverti?
E chi l'ha detto che devi deScrivermi?
L'ha detto la Maestra.
Allora fai così: al posto di dire Come Sono,
prova a dire Cosa Faccio.
Come come?!? Non capisco. Fai un'esempio.
Potresti dire così:

Signore e Signori
ecco a voi la Gioconda!
A volte molto allegra,
a volte un po' iraconda.

E' un esempio di bellezza,
di arte che commuove.
Solo chi non vive,
più non si muove.