venerdì 5 aprile 2013

Basta parolacce prosegue...

vignetta da Massimo Cavezzali

Dopo una settimana dal proponimento è tempo di fare un mini-bilancio.
Sono riuscito interamente nell'intento? Non del tutto, e già per questo ho deciso di rinnovare l'impegno, che diventa: niente parolacce fino a quando, per almeno 10 giorni a fila, riesco a non dirne.

Ci sono state 2 ricadute, essenzialmente.

Una è il malefico organo maschile zetaenunciato o inkiainvocato, a sproposito. E' incredibilmente d'uso corrente in ogni ambiente, dal familiare al lavorativo compreso, ed estremamente contagioso. Ho smesso ad un certo punto di contarli quelli che mi scappavano, senza però smettere di fare il massimo per controllarli. Ultimi 2 gioni quasi esente, e dico "quasi" per manifesta inferiorità verso il Dio Inconsapevolezza. Interessante è il confermarsi di come le abitudini radicate, soprattutto quando sottovalutate, lasciare agire in libertà, siano le più dure da debellare, regola che credo valga in ogni campo.

Altra ricaduta sono state 2 bestemmie, proprio 2, 2 suinazioni del dio che va per la maggiore. Le ho potute contare. Qua è più facile, se vogliamo, controllarsi. Stavo operando sull'adorata moto, per resuscitarla dal letargo invernale, e in 2 momenti, uno mentre litigavo con un pezzo che non riuscivo montare, un altro quando una volta riuscito nell'opera dovevo scaricare la gioia nervosa, ho sparato il botto. Alla seconda suinazione ne stava per seguire una terza perché, consapevole d'esser mancato all'impegno, volevo ulteriormente... ma mi sono trattenuto. Anche qua Interessante un'analisi che a freddo ho elaborato, semplicemente, e cioè che in quel contesto ambientale emerge il mio lato selvaggio, animalesco, la moto per me è anche questo lo confesso! Bene, imparata la lezione, vedremo di fare l'animale senza bestemmie né parolacce, non servono.

Caro diario, dovrei dirti dell'altro, degli evidenti benefici che sto provando da questo impegno, ma li tengo per la prossima puntata.

Robydixit

3 commenti:

  1. Ahahahahahahah sei un pazzo Roby! :-))) Ti racconto una cosa. Qualche giorno fa vedevo mi pare su LA7 una trasmissione "Cambio moglie" o qualcosa del genere! Delle due signore che si sono scambiate casa una era ligia e irreprensibile, e le sue figlie "davano l'esempio" al fratellino nel non dire parolacce...l'altra invece fra cazzo, culo, eccetera eccetera chi più ne ha più ne metta...quando va a casa dell'altra signora, chiede al piccolo "ma tu non dici nemmeno una parolaccia?" :) Non ti dico quanto ho riso, e ora tu me l'hai fatto ricordare!

    RispondiElimina
  2. carino l'episodio... e confermo il pazzo, con la P ovviamente, ahah!
    sai nico, è un mese che proseguo e devo dire che sono estremamente contento. come ben dice lo zio di là, le parole son tutte ugualmente vere e importanti parolacce comprese, solo che quando non si è capaci di controllarsi la sola soluzione è l'astinenza.
    sta andando bene, con effetti imprevedibili, ma ne parlerò in prossimi post.

    RispondiElimina