giovedì 20 dicembre 2012

9

gerundio pop



puoi anche cogliere una stella, volendo,
nuotare negli abissi marini, sognando,
abbracciare l'universo in un giorno, amando.
puoi farlo...

se porgerai cibo a chi ha fame, nutrendo,
farai sempre la tua parte, lavorando,
non ti ergerai mai a sapiente, studiando,
ascoltando...

niente verrà mai da altri, pregando.
nella sapienza dei dubbi una certezza, vivendo:
il paradiso esiste e lo calpesti ogni giorno,
camminando...


dedicata ai miei figli e a tutti i cari amici
Buon 2013
Robydick

giovedì 13 dicembre 2012

17

revivre



anche a torto, meglio farsene ragione
anche quando sembra, probabile non sia
anche se corre, facile che strisci
anche un premio collassa in punizione
anche il sesso muta in castrazione
sola salvezza la bellezza
solo rimpianto il disincanto
sola speme l'arte
solo dolore il distacco
sola fine un quotidiano rinascere

martedì 11 dicembre 2012

8

datività quadrupede



escilo.
cagalo, piscialo,
passeggialo corrilo giocalo,
coccolinalo, mangialo bevilo, veterinarialo.
antiparassitizzalo...

domenica 21 ottobre 2012

giovedì 20 settembre 2012

8

Parallele o Convergenti? Meglio non esser Rette


Mio figlio Lorenzo ha pubblicato sulla sua bacheca di Facebook l'immagine che vedete. Non amo le "frasette", ma questa mi ha colpito per la semplicità, l'efficacia e l'assenza di presunzione. Direi, giocandoci, che è di una logica geometrica. Non condivido solo la sua tristezza di fondo, ma inutile sottilizzare e poi mi ha talmente ispirato che non mi sento di condannare nemmeno una virgola, la lascio com'è e passo oltre.

Se portiamo all'infinito il numero di rette, tante quante possono essere le vite sia umane che animali, vegetali, presenti sulla Terra e nell'Universo ecco che l'immagine diventa un caos di virtuoso potenziale pieno di convergenze e parallelismi. Una cosa banale se portato su sé stessi: la nostra vita continuamente incrocia le altre, ovviamente a volte percepiamo questi incroci, altre no ma avvengono. Capita di non percepire incroci che potrebbero essere importanti, cosa che fa la differenza tra chi è fortunato per dirla semplicemente, e chi no; forse gli sfortunati sono solo disattenti, distratti, pessimisti. Capita di volersi fermare su quell'incrocio, perché piace, lo troviamo appagante, ma è come se la retta fosse condannata al suo percorso all'infinito ed ecco che quel fermarsi è una costrizione che tramuta in sofferenza anche il più grande dei piaceri.

Sento da questo esempio come una condanna a proseguire, un ineluttabile destino pari allo scorrere del tempo. Come tutte le cose definite immutabili, se applicate alla nostra vita causano depressione, scoramento. Ecco però che la geometria ci viene in aiuto, il disegno contiene contra lege la soluzione. Inutile illudersi, lo scorrimento è unidirezionale, ma chi l'ha detto che si debba essere rette? La retta ai miei occhi diventa integralismo, ottusità, incapacità di cambiare opinione. Si dice - è una persona molto retta - e sarà mica un complimento quello! La rettitudine, altra parola(ccia) usata, che significa? La lingua comune non sbaglia, prestiamogli attenzione. Chiaro che una persona retta, dotata di rettitudine, è prevedibile, qualcuno direbbe affidabile, ma a quale prezzo? E' un bersaglio facile per gli altri, non ha alternative per sé stessa. Noia e conservatorismo.

Non si può tornare indietro, ma si può evitare di esser rette. Meglio essere linee curve, imprevedibili persino a se stessi. Possiamo incrociare le rette tutte le volte che vogliamo e diventiamo impossibili ai parallelismi. E con le altre linee curve? Be', con loro lo svago è assicurato, l'incertezza è totale, il bisogno di far lavorare il cervello con creatività costante.

La mia ambizione? Né retta né curva. Voglio essere Nuvola.
Robydixit

mercoledì 29 agosto 2012

10

Attenti ai falsi messaggi da "Team di G.mail" !

Molti lo capiscono da soli, lo so, ma qualcuno può cascarci...


IGNORATE QUESTO TIPO DI EMAIL SE LA RICEVETE!
NON RISPONDETE!!!

Ecco il testo:

Cari membri.
A causa della congestione per tutti gli account e-mail gli utenti e la rimozione di tutti gli account non utilizzati di internet saremo costretti a chiudere il conto è necessario confermare il tuo indirizzo e-mail compilando i dati di accesso al di sotto nel caso in cui il forma non è completamente riempito il vostro account potrebbe essere sospeso entro 24 ore per motivi di sicurezza.

Completa di seguito, le informazioni e confermare I vostri dati:
*Nome :.................................................................................................
*Cognome :......................................................................................... 
*Indirizzo e-mail :....................................................................................
*Password :............................................................................................
*Risposta alla domanda secerne :............................................................
*Occupazione :.......................................................................................
*N° di telefono :.......................................................................................
*Paese :.................................................................................................
*Età :.....................................................................................................

Nota: Tutti i campi sono obbligatori così si prega di compilarli. Queste informazioni saranno utilizzate per fornire l'accesso personalizzato. 
         
Grazie e buona fortuna.

Non è vero, Google non vi chiederà mai una cosa simile, non vi chiederà mai la password in un modo del genere. Questi sono solo ladri, truffatori. Non date loro accesso ai vostri account

martedì 14 agosto 2012

4

Finiranno, alcuni sport, di essere "porto franco" dell'inciviltà?

(foto da www.repubblica.it)

E' notizia di oggi, per chi segue il calcio, le squalifiche comminate a giocatori ed allenatore del Napoli per i comportamenti tenuti durante e dopo la finale di Supercoppa italiana. Nessuna intenzione di entrare in un dibattito tra tifoserie, sono cose che una volta mi divertivano anche e oggi invece odio e disprezzo, tanto che, in via eccezionale, dico subito che eventuali commenti in tal senso saranno cassati senza indugi. Il fatto mi è pretesto per un argomento che da tempo volevo esprimere. Sono un ex-sportivo, ho praticato molti sport da giovane, su tutti il calcio che amo tuttora. Nonostante lo schifo che è sotto gli occhi di tutti non riesco a fare a meno di gustarmi la visione di una partita.

mercoledì 8 agosto 2012

18

Schwazer nostrum


(lapidazione di santo stefano)

Povero Alex Schwazer, lo stanno facendo letteralmente a pezzi...

Ho cercato invano qualche opinione in giro, tra quelle che contano, che lo protegga un minimo dalla infinita pioggia di frecce che lo sta colpendo, mi sembra di vedere gli arcieri di Serse colpire i 300 di Leonida. Avrà Alex scudi robusti come quelli degli spartani? Speriamo.

Allora eccomi qua, ci penso io, Robydick, il più comune degli uomini comuni, a spezzare una lancia in suo favore, ma è solo un modo di dire, in realtà vorrei spezzarla sulla schiena di opinionisti, dirigenti del c.o.n.i. che manco il maiuscolo merita. Mettiamoci anche qualche politico nostrano dai, che quando c'è dello schifo calzano sempre come le mosche sullo stronzo fumante.

mercoledì 30 maggio 2012

8

BOICOTTIAMO PARATA E FESTEGGIAMENTI DEL 2 GIUGNO 2012

NON E' POSSIBILE CHE NON SI POSSA FERMARE QUESTA FESTA! CHI SE NE FREGA DELLA PARATA MILITARE! I MILITARI CHE VADANO NELLE ZONE DEL TERREMOTO A LAVORARE E I SOLDI IN AIUTO DI CHI HA PERSO CASA E LAVORO!

(immagine da http://www.roccocipriano.it/wordpress/tag/parata/)


Non ce l'ho coi militari, ma con quel presidentE dellA repubblicA senza orecchie per sentire che in italiA c'è una maggioranza che vorrebbe che quei 3 mln di euro venissero utilizzati diversamente. E non ci sono solo i terremotati, ci sono anche gli esodati, le famiglie che non ce la fanno con la crisi, una miriade di problemi....

"Festeggeremo con sobrietà" ha risposto... puah!!!
Bene, allora che se la facciano da soli questa festa.
DA SOLI DOVETE STARE! NOI NON CI ANDIAMO!
Non solo a Roma, ma ovunque si spenda anche un solo, inutile, euro per questa celebrazione.

Tanto questa gente che occupa tutti gli scranni della politica e del potere è abituata ad essere autoreferenziante, non sanno e non capiscono un cazzo di cosa vuol dire vivere nelle difficoltà, loro non ne hanno mai, riempiono panze e forzieri a dismisura qualunque sia la situazione economica. Ma fa niente, vuoi mettere la soddisfazione di vedere quelli che sfilano, il geriatrico palco che applaude, e nessuno a dargli corda? Chissà, forse qualche dubbio di essere delle merde gli viene....
Robydixit

mercoledì 16 maggio 2012

6

In terminabile


Il bambino in fuga per il terremoto era caduto in un dirupo che le scosse di assestamento avevano poi reso impossibile da percorrere. La sua famiglia interamente morta nel crollo della casa in montagna e lui incredibilmente vivo, immobile per le fratture a braccia e gambe ma vivo. Vivo e in trappola...

mercoledì 2 maggio 2012

14

Proposta di legge per chi lavora in luoghi come Green Hill, fabbriche di mine antiuomo, ecc...


(immagine presa da www.beppegrillo.it)

Come ho scritto in coda alla mia recensione di oggi, non faccio alcuna differenza tra mandanti ed esecutori di un delitto, e non mi ripeto qua nel concetto. Capisco però che ci sono casi in cui l'esecutore non ha piena coscienza di quello che fa, o di cosa col suo operato contribuisce a fare. Ci sono altri casi in cui l'esecutore afferma di "limitarsi ad eseguire ordini", scusa talmente diffusa da essere stata spessissimo utilizzata persino dai nazisti per giustificare anche le più sanguinose rappresaglie.


venerdì 13 aprile 2012

12

il richiamo della natura

sì lo so, avrei anche potuto ignorare quei segnali, frapporre fra me e loro persino motivi di contrasto, oppure corroborare con vibrati silenzi quella moltitudine. avrei potuto dire loro: ci sarò nelle mie assenze, cercatemi se volete in un albatro che svanisce nel riverbero dell'orizzonte marino, o in un fiore che mai puoi vedere mentre sboccia. smontai l'armatura e la riposi in un sepolcro che coprii di ragni preistorici. nudo fui cacciato dal nido dei miei simili ad affrontare le paure. i passi pesanti rovinavano su pezzi di carne lacera che si spargevano su percorsi abituali, mentre umori incontenibili mi vagavano intorno disegnando un'aureola che pareva separare la testa dal corpo. ero un decapitato che allampanato mirava un proprio rimosso. provai un ricongiungimento ma le parti erano ormai organicità incompatibili e intanto un altro corpo, ancora estraneo anche se noto, veniva formandosi.

non si può rinascere se non morendo. non si può morire senza soffrire, senza lasciare una scia di sofferenze dietro di sé. fu un meticcio randagio, nato probabilmente dopo un parto cruento, a insegnarmi questa cosa abbaiandomi rancoroso mentre camminavo con un ghignante avvoltoio sulla spalla. cacciai il rapace senza degnarlo di uno sguardo, per lui c'era la vecchia carcassa se voleva e non si fece pregare: la divorò. con lui iene, sciacalli, corvi in un banchetto senza fine, guardati solo per un attimo da tre lupi bianchi, che censiti i commensali si allontanarono presto.

sono incapace. di proteggere i fiori dalla voglia di coglierli, di fissare una gioia prima che svanisca, di ricordarmi le linee di un quadro dopo che mi ha sprofondato negli abissi incorporei dell'estasi. un centro non si evince. sono posseduto da mille motori, sinfonia senza partitura di mille rumori. non c'è presa di posizione che serva. ogni verità corre sulla groppa del suo contendere e con esso si unisce e muore. tutto risiede in un'immensa matrice dai contorni definiti. comprendo questo ma rifiuto di codificarlo, e allora i contorni sfumano, i confini si dilatano...

i tre lupi bianchi da lontano mi guardano, fissi, e con la coda sciolta e le orecchie ritte danno la loro approvazione. vogliono che li guidi, restando alle loro spalle. loro in cambio veglieranno su di me.

mercoledì 11 aprile 2012

16

e pure noi che leghisti non siam, per una volta alla lega brindiam!

(foto da http://tribunatreviso.gelocal.it/)

Ammetto, candido come un agnello pasquale smembrato e arrostito di recente, che non ho resistito e prima volta nella mia vita mi sono ascoltato, per intero, il discorso di un leader leghista: quello di Roberto Maroni al raduno dell'Orgoglio Leghista di Bergamo testé conclusosi. Ve lo propongo, è un gioiello di propaganda:

Tutta la mia stima a Roberto Maroni. Ammetto che per i "roberti" ho un debole ma non generalizzo: c'è sempre il figlio di Bossi, quello che fa i gavettoni di candeggina, a tenermi coi piedi per terra... ma torniamo a questo splendido discorso, a quel che sta succedendo nella Lega Nord e alle conseguenze a latere.

martedì 3 aprile 2012

11

proporzione, uguaglianza o proprietà transitiva


Si considerino le 2 seguenti affermazioni:

Bossi e la Lega pesantemente coinvolti in uno scandalo di ruberie ai danni dello stato.
Berlusconi e il PDL manifestano la propria vicinanza al Carroccio e al suo leader.

Si possono collegare correttamente.
Quale regola matematica applicare?
8

affiorisma sull'esperienza


sbagliando s'impara...
ma non sempre si può rimediare

domenica 1 aprile 2012

10

condominio a misura di bambino


  • vietato giocare a pallone se non con quello di spugna
  • vietato giocare a tennis se non con palline di spugna
  • vietato ogni gioco con palle che non siano palle di spugna
  • vietato andare in bicicletta
  • vietato il gioco della corda
  • vietato giocare al dottore se non in presenza dei genitori
  • vietato ogni gioco non espressamente autorizzato
  • vietato stare in cortile tranne che nelle seguenti fasce orarie: 11-12 e 17-18
  • vietato stare in cortile durante l'orario scolastico
  • vietato stare in cortile durante l'orario di messa o catechismo
  • vietato allattare in cortile e in tutte le aree comuni
  • vietato cambiare il pannolino in cortile e in tutte le aree comuni
  • vietato fare cacca o pipì in cortile e in tutte le aree comuni
  • vietato fare schiamazzi
  • vietato ruttare e scoreggiare
  • vietato calpestare i giardini
  • vietato strappare le foglie dalle piante nei giardini
  • vietato cogliere le margherite nei giardini
  • vietato montare altalene nei giardini
  • vietato tutto a tutti nei giardini tranne che ai giardinieri
  • vietato gettare cose per terra
  • vietato lasciare cose in giro senza metterle a posto
  • vietato sudare
  • vietato mettersi le dita nel naso
  • vietato mettersi le dita nelle orecchie
  • vietato grattarsi il culo o i genitali
  • vietato baciarsi
  • vietato sputare in aria
  • vietato dire le parolacce
  • vietato spogliarsi
  • vietato applaudire
  • vietato fare buuuuuuuu
  • vietato attaccarsi ai pali della luce
  • vietato sostare sotto i portoni
  • vietato sbattere i portoni
  • vietato lasciare aperti i portoni
  • vietato appoggiare le mani ai vetri dei portoni
  • vietato sedersi sulle scale
  • vietato stare in piedi sulle panchine
  • vietato andare nei corridoi dei box se non si deve aprire il box
  • vietato uscire a piedi dal cancello dei box
  • vietato entrare a piedi dal cancello dei box
  • vietato accendere il motorino nei box prima delle ore 7 e dopo le ore 22
  • vietato premere a casaccio i pulsanti dei citofoni
  • vietato spernacchiare l'amministratore
  • vietato imbrattare i cartelli dei divieti
  • vietato affiggere divieti non autorizzati
e soprattutto:
  • vietato supporre che ciò che non è espressamente vietato allora significa che è concesso: è vero il contrario
  • vietato dire "vaffanculo, vecchiacci di merda, noi siamo bambini e non vogliamo vivere in un cimitero!" o altre affermazioni di paragonabile significato, offensive e ingiustificate.


consigliate dagli amici nei commenti:
  • vietato molestare il parroco (by Lorenzo)  
  • vietato usare le spugne (by Alex) 



lunedì 19 marzo 2012

14

7013


Bella l'immagine composta che vedete sopra? Su una pagina facebook che inneggia al duce come suo mito è comparsa con solo le prime 2 immagini. A sinistra dei piccoli balilla o come cavolo si chiamavano quei pupazzi in camicia nera, a destra tipici rappresentanti dei notissimi "bimbominkia", termine tra i più in voga. I neofascisti simpatizzano ovviamente per i pupazzi e disprezzano senza mezzi termini gli altri. A me non piacciono né gli uni né gli altri, ma non è molto importante...

martedì 6 marzo 2012

12

quieto vivere



Detergo lacrime.
Accarezzo dolori.
Illusioni svanite,
mutate fossili.

Vita mi sfidi?
Prenditi tutto.
Un morto non possiede.
Un vivo muore Se possiede.

Raccolgo acqua, indosso fuoco.
Non toccarmi, ti brucerei.
Non scavarmi, ti ghiaccerei. 
Non frapporti!, ti schiaccerei.

Doppiati bisogni e legami.
Costruito potente eremo.
Decido ed opero, libero.
Con tutti e con nessuno.

venerdì 2 marzo 2012

8

Orwelliano Manovrando Stomp


manovrato è lo status più diffuso. illuso d'esser libero è soggiogato a manovratore. manovrato conosce manovratore e pensa di controllare come egli lo manovra. è un'illusione. manovratore controlla manovrato anche quando manovrato non lo pensa e manovrato parla sempre di manovratore, se ne burla, così facendo diventando più manovrato che pria.

manovratore si pensa potente: controlla manovrato e per questo s'illude. manovrato induce le manovre e manovratore manovra adeguandosi a manovrato. un'attività passiva, ad azione segue reazione. manovrando manovrato, manovratore, assuefatto ad apparente attività propria, manovra deciso. convinto di manovrare a piacimento è deriso. manovrato svicola, manovratore insiste. il secondo ha ragione, il primo subisce, entrambi si manovrano.

venerdì 24 febbraio 2012

14

Ficology



La banana è simbolo fallico e mangiare la banana è una fellatio o un coito, siamo tutti d'accordo. La pera ha quella forma mammaria e quando col coltello stacchi il picciolo compi una piccola tortura da brivido, dal sapore medioevale. La fragola, vederla mangiare intera, suzione d'un glande o un capezzolo, è sublime. Il Kaki, con quella consistenza, quel nome, si presta già a pratiche più da elite. L'uva è abbondanza, è Bacco. Le spremute? Soddisfa il gesto meccanico prima ancora del sapore... Quante se ne possono immaginare con la frutta!

sabato 18 febbraio 2012

18

Metodi biologici


Bonificare un territorio infestato dai topi è semplice: basta popolarlo di serpenti.
Esauriti i topi, rimane l'infestazione dai serpenti.

domenica 5 febbraio 2012

19

Caravaggio: Cena in Emmaus

Premessa:
Il mio più grande Amico attuale, che mi sta anche istruendo e non poco sulla mia passione che è il Cinema, ha insistito: "Devi analizzare i quadri di alcuni grandi pittori, primo fra tutti Caravaggio!". E' stato categorico e hai voglia a dirgli che non capisco nulla in materia, lui ha insistito. Ho cercato di studiare qualcosa, ho letto e non lo nego un po' nel web, ma l'altro suo imperativo, quando ha capito che avrei fatto una sintesi di studi terzi, è stato: "Devi prima cercare te, da solo, di capire perché Caravaggio, come altri, è tanto importante per il Cinema". Un esperimento, di analisi di un quadro, di Cosa e Come lo esprime lo voglio quindi fare. E' una specie di gioco formativo quindi quello che leggerete. Mi sono anche divertito.

lunedì 23 gennaio 2012

20

Ricetta della Felicità


visto cosa c'è scritto nell'immagine?
minchiate, cazzate... puttanate.
ho tutt'altro parere e se dovessi scegliere un valore allora scelgo solo questo: Verità. secchi, autobotti, transatlantici di Verità ci servono.

lunedì 9 gennaio 2012

33

F.ederazione I.taliana C.entauri A.rrapati

Premessa: questo è un post da Homo Taverniculus Vulgaris (maschi e femmine indifferentemente) quindi regolatevi se proseguire nella lettura. Serve anche da par condicio col precedente post che ha aperto il 2012, da alcuni intellettualmente definito "del cazzo". Garantisco che è esente da HIV (Homuncolo Ipocritae Vatikanis)

sabato 7 gennaio 2012

14

Pene d'Inferno



aromatico,
vulcanico habanero.
manosminuzzato, condisti pietanza.
maldestra minzione? piango... infiammatissimo,
glande!