venerdì 8 aprile 2011

22

smettere di fumare #2: Profumi (e puzze)


Inutile che ti nascondi! Ti sento

Dei vari benefici che mi aspetto dall'aver smesso di fumare quello che più mi sta a cuore è migliorare la respirazione. E' anche la ragione prima, il fattore scatenante e motivante. Un tabagista incallito non smette se non ha una ragione importante per farlo, e la mia è stata questa. Penso ragionevolmente che ci vorrà parecchio tempo prima di poter misurare in entità palpabile questo genere di benefici, so già cosa voglio realizzare per farlo e farò sapere.

Ci sono però una serie di effetti collaterali piacevoli già nel breve termine e quello della aumentata sensibilità olfattiva è talmente bello e gradevole, oltre che inatteso, che merita un post dedicato in questa mia miniserie dedicata. Per la verità tempo addietro me ne avevano parlato ma poi, da bravo tossico-tabagista, avevo provveduto a dimenticarmene.

Nel precedente episodio parlavo di Vita Nuova, e confermo. Complice la Primavera che in questi giorni è al suo meglio, soprattutto a passeggio col cane per parchi e giardini è una delizia. Dove abito fortunatamente il verde non manca. Chiaro che tra un parco ed un giardino devo attraversare anche strade, semafori, parcheggi. All'aumentare del piacere per i profumi fa da contraltare un aumentato senso di fastidio per le puzze. Prima il mio senso dell'odore, intasato com'era da me stesso, livellava tutto ciò, alzando la soglia del piacere per il profumo ed abbassando la soglia di fastidio per la puzza.

L'amico Alberto, che come me ha smesso e ne ha parlato, nel suo blog dice che non vieta ai conoscenti di fumare in casa sua. Sinceramente anch'io vorrei farne a meno di fare il rompiballe, però la puzza del fumo, che sento ormai da distanze che non avrei creduto, mi dà fastidio e molto. In un ambiente chiuso o a bassa circolazione d'aria già oggi mi è intollerabile, non so che farci.

Per concludere in bellezza, avete presente la foto in alto col grande Vittorio Gassman da che film è tratta? Ve lo lascio indovinare, non è difficile. Come aiutino vi dico che è un bel film italiano ed ha avuto anche un remake americano con protagonista Al Pacino. Ecco, qua torniamo al concetto alto, quasi mistico, di Odore, di Profumo, ma quelli belli, che attivano tutta una serie di robe che partono dal cervelletto e vanno giù giù.... ne parliamo la prossima puntata, e sarà un altro ottimo motivo per smettere di fumare, credetemi!

22 commenti:

  1. Come amico sono felice della tua "liberazione" e dei tuoi progressi, anhe se continuo a essere incredulo davanti al successo della trappola psicologica della "dipendenza", del vizio coatto, del dover "smettere" ecc. A volte mi viene da pensare che la dipendenza compulsiva dalla nicotina sia tutt'altro che chimica, fisiologica, reale, ma solo un mito che qualcuno ha saputo vendere bene. Come se i produttori e venditori di alcolici avessero convinto la gente del fatto che se bevi devi diventare per forza un alcolizzato, che non sia possibile bersi un bicchiere di vino ai pasti e un cicchettino ogni tanto. Ma forse invece è il mio organismo a essere resistente alla dipendenza: vorrà dire che se mi offriranno abbastanza soldi permetterò agli scienziati di studiarmi... Forse. :-))))

    RispondiElimina
  2. mi raccomando Nicola, appena pubblicano gli esiti dei scriba-esami informaci! :D

    ma guarda, chi non ha dipendenza non ha nulla da cui liberarsi, certo non si parla in quei casi di "smettere". onestamente non so dire le reali ragioni, so empiricamente che ero un tossico a tutti gli effetti, su questo proprio non ho dubbi.
    sono anche sicuro che, proprio per mia debolezza, io non sono in grado, come faccio invece tranquillamente con l'alcol, di controllarmi col fumo come fai te e dovevo per forza prendere una decisione drastica.

    RispondiElimina
  3. Complimenti per questa tua nuova avventura e cambiamento....io non posso che appoggiare questo tuo cambiamento che sono sicura porterà benefici su tutti i fronti, oltre a quelli da te citati.....anche per le persone che non fumano il piacere di starti accanto...io da non fumatrice sento l'odore del fumo addosso alle persone anche se non fumano in quel istante lasciandomi un ricordo sgradevole. Bravo bravo! Non cedere mai....ciao e buona giornata!! Cri : )

    RispondiElimina
  4. grazie Cri, gli incoraggiamenti sono sempre graditi!
    dici bene riguardo le persone che ti stanno intorno. i primi contenti sono i miei figli, ancora increduli sulla mia scelta

    RispondiElimina
  5. Ciao Roby, il fumo è sicuramente una brutta bestia...anch'io se hai dato un'occhiata al mio blog ho scritto un mini racconto con tema la famosa e temuta ''ultima sigaretta'', non parlo per esperienza personale..anche se la sigaretta l'ho provata anch'io tanto tempo fa..ma non mi è piaciuta.. Però con il fumo mi confronto ogni giorno perchè sono la compagna di un fumatore..
    Ormai non mi da nemmeno più fastidio la puzza di fumo tanto ne sono assuefatta..ma credimi che è bello abbracciare il tuo uomo e sentire il suo profumo e non la puzza di sigaretta..Lui non fa che ricordare i benefici di quando aveva smesso...e proprio come nel mio racconto a volte ci riprova e poi ci ricade..adesso è già da qualche tempo che ha smesso..speriamo sia la volta buona!!! Il mio lui era arrivato a non godersi niente senza la sigaretta, una cena al chiuso con gli amici era insopportabile.. Insisti...rimani costante nella tua decisione..se non l'hai già letto ...magari leggi il libro di Allen Carr...
    A pesto Artemisia

    RispondiElimina
  6. grazie Artemisia! anche per l'esperienza riportata...
    vengo a leggere il racconto ;-)

    RispondiElimina
  7. Grandissimo Roby, amico mio, bravissimo! Mi sta piacendo moltissimo questa tua miniserie, che già non vedo l'ora di leggere la terza, e ho paura possa trattarsi di una trilogia! :-) Sarebbe troppo bello se diventasse millologia :-)
    Il 19 aprile a pranzo al 90% andrò alla Trattoria Toscana da Aldo! Infatti il 20 va da Luciano l'ufficiale giudiziario per dirgli "il verdetto". Speriamo bene! Nel caso ti liberassi.....forse ci scrivo un brevissimo post. Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. be' nico, non ne scriverò all'infinito... ma di ricominciare a fumare non se ne parla!
    ehi, io il 19 inforco la moto in pausa pranzo e vengo lì a pranzare con te più che volentieri! dammi conferma appena puoi :)

    RispondiElimina
  9. meno male che hai fatto questa scelta... fumare fa così 2006 :D

    RispondiElimina
  10. fa male il 2006? non lo sapevo :)

    RispondiElimina
  11. sì, ma io continuerò a fumare, fumo poco ma non intendo rinunciarci, fa parte di uno dei pochi piaceri della mia esistenza. Capisco di non essere di moda, un tempo si chiamava odore, c'era addirittura un profumo che si chiamava tabacco d'arar. Oggi mi sono munito di un piccolo portacenere tascabile per evitare di essere indicato come inquinatore, posso fumare fuori per non distrurbare nessuno; ma ho sentito che in USA, in certe città, non si può fumare nelle strade e in riva al mare, neanche con il proprio portacenere. Chissà se anche in Italia si arriverà a queste forme di proibizione. Mi sento un perseguitato.
    ciao

    RispondiElimina
  12. francesco, ahah!, hai tutta la mia comprensione!
    mi sentivo come te prima. sia chiaro che non sono per nulla favorevole a quegli estremismi eh, vietare di fumare persino all'aperto mi pare davvero persecutorio :)

    RispondiElimina
  13. Grazie per esserti iscritto al mio sito! :-)
    Ah, mi piacerebbe sapere se i metodi per smettere di fumare sono utili anche per la dipendenza da Rinazina! Quella è la mia droga! :-( e pure lei pialla le cellule olfattive... (oltre ad altri innumerevoli effetti collaterali anche ben più gravi!)

    RispondiElimina
  14. ciao Adriana!
    mi sono iscritto con molto piacere :)

    dunque, il mio metodo è stato: non fumo più.
    stop.

    mi pare non proponibile per la rinazina. accidenti, non sapevo esistesse una dipendenza da quella sostanza! ho letto un po' in giro nel web dopo il tuo commento e ho capito che non è uno scherzo, con parecchi effettacci direi.

    sicuramente l'aspetto psicologico è il medesimo, credo, di tutte le dipendenze. ci sono però SERIE differenze sotto l'aspetto chimico mi pare. dico un'ovvietà: ci vuole un medico, che ne capisce.

    RispondiElimina
  15. secondo me ci dev'essere una reazione scatenante tangibile. Perchè mettersi in bocca biglietti da 5 e accenderseli per il gusto di una tirata? Capisco a fatica andare a donne ma proprio andare in fumo mi pare ancora peggio. Ne da già tanto la via Emilia gratis e a San Giulio & Dono c'è anche chi paga per accaparrarselo? Ma perchè non ti metti un ventilatore alla finestra che soffia dentro?
    A te ti devo portare dal meccanico a mettere filtro antipolline e filtro antiparticolato altrimenti non ti fan buono alla revisione.

    RispondiElimina
  16. pensa che io sto a San Dono proprio sul confine con San Giulio e la via Emilia a 200mt dal balcone... Mario, sarai mica il mio grande fratello né? :D

    RispondiElimina
  17. ma me lo hai detto sul blog tu che stavi li, sempre a cavallo dei due santi...
    e nei tag non mettere "smettere di fumare" scrivi "ho smesso di fumare", "non fumo più", "come un giorno smisi di fumare" altrimenti si vede che patisci il problema. Si smette quando la testa ha già in mente una visione senza fumo, senza ciminiere. Devi pensare come se tu avessi già smesso.
    Ma io sta gente la devo ricondizionare tutta, vi porto tutti alla motorizzazione a farvi omologare la sonda lambda e te la metto in un posto che so io, e tutte le volte che solo vedi un pò di fumo ti do una scarica dall'interno così associ il fumo alla scarica elettrica interna e ti tieni a distanza dalle sigarette come fanno le cavie da laboratorio per vedere se sono intelligenti subito o aspettano di avere il coloon retto color carbonella.

    RispondiElimina
  18. eheh... ma tu mario hai una memoria di ferro! e con antiruggine di ottima qualità!
    hai ragione sui tag, poi ci penso, ma va be', conta la sostanza dai. e lascia stare il mio retto per piacere, ahah!

    RispondiElimina
  19. Caro Roby, ti auguro una Pasqua Felice, assieme ai tuoi cari!
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  20. grazie Lara, ciao, ricambio con affetto :)

    RispondiElimina
  21. Roby ho trovato dove ho letto di Allen Carr (quello di "è facile smettere di fumare se sai come fare".
    In Autogrill, ce n'era una pigna e quando sono sceso dalla macchina ho messo il piede sopra un pugno di mozziconi, uno doveva aver appena vuotato il portacicche.
    La gente che viaggia deve fumare come turchi in auto, perchè in effetti, i mucchietti erano un po' per tutto il parcheggio dell'Autogrill.
    In autostrada la gente mangia anche male e si preoccupa da matti, e forse beve per dimenticare ... perchè dello stesso autore c'era anche una pigna di:
    "E' facile controllare il peso se sai come farlo"
    "E' facile smettere di preoccuparsi se sai come farlo" (più difficile coi prezzi della benzina che ci sono in giro).
    "E' facile controllare l'alcool se sai come farlo" (poco più in la c'è la risposta "non si vendono superalcolici dalle 22 alle 6. Se uno vuole prendersi una sbronza deve mettersi gli occhiali da sole e prendere la bottiglia alle 6,30 oppure ultimare la spesa alle 21,30).
    Mi è saltato all'occhio, perchè di questo tizio ce ne sono un sacco "tutti facili". Deve avere una convenzione con i Benetton e forse ha cominciato con "E' facile cambiare colore al portafogli se conosci Luciano".

    dimenticavo...
    non ti ho detto dell'Autogrill per dirti che ho fatto Pasquetta al mare. Lì ci vado sempre da fuori. Quando nel raggio di 5 chilometri da casa non c'è un bar aperto e quello della moka senza schiumetta mi ha rotto. Una follia da tre Euro viaggio compreso solo nei giorni di festa.

    RispondiElimina
  22. mario, si potrebbe scrivere un libro con tutti i titoli dei libri possibili di questo Allen Carr, ahah!

    ad esempio: "è facile svuotare il portafogli se conosci un autogrill che vende i miei libercoli e te li vuoi comprare tutti".

    oppure: "è facile incontrare mariolino, basta svuotare un portacenere da qualche parte che lui arriva a pestare il mucchio col piede"

    ecc... ecc... :D

    RispondiElimina